Con il patrocinio di:
  • Regione del Veneto
  • Provincia di Verona
  • Comune di Sona
“…e là dove la natura decide di collocare i propri limiti, esplode lo spettacolo.” (A. Baricco)

Mancano meno di due settimane alla nostra partenza per il Salento, dove l’impossibile diventa Danza! 26 ragazzi dai 14 ai 45 anni, metà delle quali diversamente abili con 6 accompagnatori, attraverseranno l’Italia per rincorrere il loro sogno: essere unite oltre le differenze, di abilità, di capacità e oltre la geografia, in nome della Danza.

Un sogno che, come lo scorso anno, è reso possibile dalla generosità e dall’amicizia dell’Associazione Kitri di Lucugnano.

Grazie a Elena, Lucia, Margherita, Giusi, Mariangela e Francesca ed alle loro famiglie!

Passa con noi il mese di Aprile!

La foto di Sofia e Federica è stata scelta per il mese di Aprile del Calendario di DanceVillage!

Così possiamo contare insieme i giorni che mancano all’arrivo delle nostre amiche dell’associazione “Kitri” di Lecce, che dal 30 aprile al 4 maggio saranno nostre ospiti a Verona! Vi aspettiamo a braccia aperte e abbiamo in serbo mille sorprese per voi!!!!

D

Siamo tornati ieri sera dal nostro viaggio a Lecce.

Potete già vedere le foto del viaggio nella nostra Galleria.

È stata un’esperienza entusiasmante per tutte le ragazze di “Diversamente in Danza” che hanno potuto partecipare al viaggio. Le danzatrici erano 15 con l’insegnante e 3 accompagnatrici che si sono rivelate indispensabili per la riuscita del viaggio.

La cosa che più ci ha colpito e che sempre porteremo nel cuore è stata la generosità e l’amicizia delle ragazze dell’ASD “Kitri” che ci hanno accolte: Elena, Margherita, Mariangela, Francesca, Lucia, Giusi e poi… Matteo, Federica e tutti i genitori di queste fantastiche ragazze! Hanno avuto per noi ogni più amorevole accorgimento, hanno pensato veramente a tutto e reso indimenticabile ogni ora passata in loro compagnia.

Per noi è stata un’esperienza fantastica… Tante volte incontriamo difficoltà per partecipare ad eventi qui nel nostro territorio, invece loro non per un solo istante hanno dubitato della riuscita della cosa e non si sono mai tirate indietro davanti a nessuna difficoltà. La cosa più bella è che queste sei ragazze conosco e vivono il mondo della Danza, ma poco sapevano di disabilità. Eppure non hanno avuto di provare e questa per noi è stata una dimostrazione grandissima di sensibilità e coraggio (o – come si diceva scherzando – incoscienza!)

Se volete saggiare la loro ospitalità, vi invitiamo a vedere alcune foto scattate mentre preparavano i nostri appartamenti!

Uno scatto di Matteo Schiavo durante il Galà "Liberi di Danzare"

Un grosso grazie va anche a Daniela, Elisabetta e Milena che hanno accompagnato le ragazze e sono state un po’ mamme, un po’ amiche, un po’ assistenti di palcoscenico, un po’ consigliere dell’insegnante. Una squadra di incoscienti che ha funzionato alla grande perchè con la convinzione che tutti siamo… “Liberi di Danzare”.

Un grazie alle ragazze, che si sono messe in gioco, che hanno messo da parte le loro paure e le piccole ansie per poter condividere questi giorni lontane da casa. Grazie per le risate, le lacrime, gli scherzi, i litigi, i bagni, le partite a carte, le scorpacciate di cibo che avete condiviso, dimostrando che l’integrazione è possibile non solo sul palcoscenico ma anche nella vita.

Ma soprattutto, GRAZIE Kitrine per averci fatto vivere un sogno!

Ed ora, vi invitiamo a continuare a leggere sotto il resoconto del viaggio scritto da Antonella.

Resoconto del viaggio di Antonella Dal Corso

-

Domenica 10 luglio

Fermata a Mantova. E poi a Carpi…
Adesso a Modena – e abbiamo mangiato sul treno-

Staimo andando a Lecce!
E poi da lì andiamo a Specchia. Arriveremo alle 22.20.

… Siamo quasi a Bologna… Faenza. Forlì.
… Siamo a Cesena.

Ore 14.24: Rimini.
… Siamo a Riccione.
E anche Pesaro. Fano.

Adesso siamo a Senigallia.

Ora siamo ad Ancona.
Civitanova… San Benedetto del Toronto.
Siamo a Giulianova e ora sono le 17.04

Pescara… Vasto… San Salvo.
Ore 10.12: siamo a Termoli.
… Cremona.

Siamo a San Severo. Foggia…
Ora siamo a Barletta… siamo a Trani… Siamo a Biscegli…

Ed eravamo a Molfetta.
E adesso a Bari.
Siamo a Monopoli… Fasano… Ostuni.
E poi a Brindisi.

Ed eravamo arrivati a Lecce alle 22.20.
E un’ora per venire a Specchia.
Alle ore 0.00 abbiamo mangiato la pizza.
Ed ora… ci facciamo la doccia e poi andiamo a dormire.

Ci sono venute a prendere le ragazze con i morosi.
Io e altre ragazze con il pullmino. Altre con le macchine.

-

Lunedì 11 luglio

Ore 7: Sveglia.
Verso le 8.00 siamo andati a Lecce per la conferenza stampa.
Ed è saltata.

E dopo siamo andati a prendere le cartoline.
E poi siamo ritornati e abbiamo mangiato.
E dopo abbiamo riposato fino alle ore 15.00
E dopo siamo andati a Santa Maria di Leuca.

Ore 21.00: Mangiamo e poi andiamo in passeggiata qui a Specchia.

Martedì 12 Luglio

Ci siamo alzati ore 8.30 e siamo andati a spedire le cartoline.
E poi siamo andati a provare in una palestra fino alle 12.30
E poi siamo rientrati per mangiare.
Ore 18.30: prove fino ore 21.00.
E poi ci siamo cambiate.
E poi abbiamo fatto lo spettacolo fino alle 0.00.
E poi alle 0.30 foto e attestato e borsa.
E poi ore 0.45 fino ore 1.15 pizza e torta.

Mercoledì 13 Luglio

Ore 7.30: Sveglia.
e poi ore 10.00 arrivati in stazione.
10.30: saluti a tutti e siamo partiti.

Un gruppo di danzatrici di “Diversamente in Danza”, insieme all’insegnante Giorgia, dall’11 al 14 Luglio, saranno ospiti dell’Associazione Kitri a Lecce. Un’occasione per scambiarsi amicizia, esperienze di danza e per le nostre danzatrici un’opportunità di sperimentare la loro autonomia.

Per alcune ragazze è una delle poche possibilità per trascorrere una “vacanza” senza i genitori, perchè spesso le possibilità di questo tipo per le persone disabili sono molto poche.

Oltre alla “vacanza” però anche la DANZA perchè il 12 luglio ci esibiremo insieme alle scuole della zona al Galà di Danza “Liberi di Danzare”.

Ringraziamo l’Associazione “Kitri” che non solo ci ha invitato, ma anche ci ospiterà.

Al momento stiamo attivando iniziative per raccogliere fondi per permettere a più ragazze possibili di partecipare al viaggio, senza gravare ulteriormente sulle famiglie. Se qualcuno avesse qualche idea da proporci o volesse sostenerci può contattarci.

Ecco  la foto del gruppo di Danzatrici che si sta preparando ad affrontare il viaggio.

Leggi l’articolo